• ANNI '40 ``LE ORIGINI``: VIA DELLA CELLA

    La nostra storia inizia nel 1940, a Genova, in un modesto locale all’ultimo piano di un edificio industriale in via della Cella, a San Pier D’arena. Lì , il professor Alessandro Doldi inizia la costruzione di impianti elettrochimici per la produzione di un agente disinfettante, l’ipoclorito di sodio, usato per disinfettare l’acqua degli acquedotti, tra cui quello genovese, il “De Ferrari Galliera”.

  • 1947, LA FONDAZIONE: AZIENDA CHIMICA GENOVESE

    Gli anni passano, e il professor Doldi si rende conto che gli spazi non bastano più: decide quindi di costituire, nel 1947, l’Azienda Chimica Genovese, per produrre e commercializzare l’ipoclorito di sodio.

  • 1953, IL PRIMO IMPIANTO DI TRATTAMENTO ANTIVEGETATIVO

    Il primo impianto di clorazione elettrochimica diretta dell’acqua viene costruito nel 1953 per l’acquedotto comunale di La Spezia. Sempre nel 1953 l’Azienda Chimica Genovese inizia la costruzione degli impianti di trattamento antivegetativo dei circuiti di acqua salata a bordo delle navi. Il primo impianto entra in funzione il 25 giugno dello stesso anno sulla M/N “Enotria” di proprietà dell’Adriatica s.p.a di navigazione, per impedire la crescita di organismi marini.

    È il primo impianto di trattamento antivegetativo a bordo di navi al mondo, inventato dal professor Alessandro Doldi.

  • ANNI '70-80: L'AFFERMAZIONE

    Subentrano i figli di Alessandro, Claudio, Carlo e Bianca e l’azienda compie un salto di qualità: affermatasi nel panorama internazionale come azienda leader nella produzione di impianti antivegetativi (Ecolcell), l’azienda comincia a produrre impianti di protezione catodica a correnti impresse (Marimpress ICCP) per gli scafi delle navi, diventando, nel giro di pochissimo tempo, uno dei maggiori produttori di questo tipo di impianto. Nel 1982 nasce l’impianto Miniecolcell per la disinfezione dei liquami negli impianti di trattamento. Successivamente Azienda Chimica Genovese produce e sviluppa un sistema antivegetativo alternativo alla elettroclorazione, chiamato COPRON, che si basa sull’impiego di anodi di rame e di alluminio.

  • ANNI '90: L'ESPANSIONE

    Nel 1997, grazie all’intuito del dottor Claudio Doldi, l’ACG rivolge ancora prima di altri, i suoi orizzonti al mercato orientale, aprendo 3 uffici di rappresentanza in Cina (Shanghai , Dalian, Canton) e uno in Corea del Sud. Nel 2000 inoltre apre un nuovo stabilimento a Changshu, vicino a Shanghai. Percependo le grandi potenzialità dei nuovi mercati globali, il dottor Claudio è tra i precursori nella penetrazione commerciale verso paesi emergenti quali Cina, Corea, Vietnam ,India che oggi sono al vertice degli interessi mondiali permettendo all’azienda di espandere il suo mercato a livello mondiale

  • OGGI

    Con l’arrivo della terza generazione, Tommaso e Federico, l’azienda si trasferisce in un nuovo edificio di 10.000 metri quadrati: l’ex Centrale del Latte di Genova. Il nuovo stabilimento, permette la produzione di impianti di dimensioni notevolmente superiori, venendo incontro alle esigenze di ogni tipo di cliente; è poco distante dall’autostrada di Genova-Bolzaneto e dal Porto di Genova. L’edificio, luogo molto amato e ricordato dai genovesi, rimane oggi uno degli ultimi esempi di architettura industriale a Genova. ACG è oggi conosciuta in tutto il mondo come uno dei fornitori principali nel proprio settore.

LOGO EVOLUTION

full
full
full
full

THE FOUNDER

Sandro Doldi

"LE RICERCHE DEBBONO SERVIRE AL CONSEGUIMENTO DI RISULTATI UTILI ALL’UMANITÀ"

Chimico, ricercatore, docente universitario, industriale, si è ben presto qualificato a livello nazionale e internazionale per lo studio dell’acqua di cui ha sviscerato i diversi aspetti. Il magistero di Sandro Doldi è un modello di conoscenze teoriche e di esperienze pratiche, i cui confini oggi capita raramente di vedere padroneggiati da un solo studioso. La sua attività imprenditoriale iniziò nell’immediato dopo guerra, in un modesto locale all’ultimo piano di un edificio industriale in via della Cella a San Pier d’Arena (Genova, italia). Costruiva e forniva impianti elettrochimici per la produzione di ipoclorito di sodio per disinfettare le acque degli acquedotti.

Quando fu chiaro che si doveva lasciare liberi i locali di via della Cella, da solo acquistò l’area di via F.Vezzani a Rivarolo e nel 1947 creò l’Azienda Chimica Genovese per la produzione dell’ipoclorito di sodio. Nel 1954 fornì e creò il primo impianto di trattamento antivegetativo al mondo a bordo di una nave, l’Enotria, tanto che i successivi impianti \u0003 montati su navi di ogni tipo portarono il suo nome.

Array
Array
Array